secretgarden

SECRET GARDEN: Togliere le erbacce per lasciare spazio ai colori!

Togliere le erbacce per lasciare spazio al cambiamento

Per alcuni anni mi ha stuzzicato l’idea di aprire un piccolo negozio dall’atmosfera francese, avevo anche scelto il nome: “Secret Garden” o meglio “Jardin Secret”. Niente di originale, è vero, però me lo immaginavo proprio come nel libro: un piccolo angolo di mondo nel quale mi sarei circondata di ciò che più mi piace e lo avrei condiviso con chi sarebbe passato a trovarmi.

Così, non avendo fisicamente realizzato questo ipotetico progetto, ho pensato bene 😛 di trasferire lo spirito della Hodgson Burnett in un blog! Doveva essere questo lo spunto per il nome, ma anche se alla fine ho optato per qualcosa che mi rappresenta di più e che sento più mio, la curiosità di Mary Lennox rimane un’avventura dalla quale lasciarsi ispirare!

“It made her think that it was curious how much nicer a person looked when he smiled.”

Frances Hodgson Burnett, The Secret Garden

Secret Garden è la rinascita di un bimbo capriccioso e ipocondriaco che scopre la bellezza della vita all’aria aperta. E’ la primavera, il profumo dei fiori, la leggerezza delle farfalle, l’aria frizzante che ti solletica sull’altalena, le giornate luminose. E’ correre scalzi e rotolarsi giù dalle colline verdi come i miei figli… e non aver ancora imparato a smacchiare l’erba dai vestiti!

Tutto poetico, non fosse che io e il giardinaggio viaggiamo su due binari paralleli che non si incontreranno mai, nonostante ami moltissimo i fiori, il mio pollice verde è pari all’ulivo che lotta da anni per la sopravvivenza sul mio terrazzo. Come se non bastasse la primavera che è sempre stata la mia stagione preferita ora lascia spazio a tre mesi di raffreddore allergico.

“I am sure there is Magic in everything, only we have not sense enough to get hold of it and make it do things”

Frances Hodgson Burnett, The Secret Garden

Io non ho un pettirosso carino e paffuto come Mary che abbia in serbo per me strabilianti rivelazioni. Io ho un canarino giallo, vecchio e speluffito, a volte lo guardo e mi chiedo: ma dove dobbiamo andare io e te?

Mi son sempre piaciuti gli uccellini, ho sempre invidiato il loro poter volare e cinguettare, peccato che quando Titti svolazza libero per casa, poi mi tocca ripulire la sua spensieratezza!

Ho sempre amato le gabbiette, le trovo molto decorative. Ma vederci dentro Titti fa’ un po carcere, la stessa tristezza e senso di impotenza di quando sei incastrata in una situazione che non ti va a genio, ma nel corso degli anni capisci che c’é sempre un modo per venirne fuori. In alcuni c’é lo zampino della sorte, o del destino, ma per un’alta percentuale della casistica sono convinta che dipenda da noi.

Credo sia la passione il segreto di qualunque successo.

“If you look the right way, you can see that the whole world is a garden.”

Frances Hodgson Burnett, The Secret Garden

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*