Il PLANNING MAGICO e i quattro regni

Sono una Grafica/Illustratrice e il mio assistente è uno Schiaccianoci. Secondo voi come sarà il nostro 2019? Non avrebbe potuto essere che così: MAGICO!

Dreaming and Planning

Il 2018 si è concluso in modo un po’ faticoso, imprevisti e urgenze hanno stravolto tutti i miei piani. Tutto ciò mi ha fatto riflettere molto sul fatto che avrei dovuto imparare a organizzarmi meglio. Questo non significa che non mancheranno le urgenze e gli eventi inattesi, ma pianificare il da farsi mi permette di proseguire più focalizzata e determinata in una precisa direzione. 

La mia parola dell’anno 2019 di Madame Framboise

Magia: “Capacità di dominare le forze della natura servendosi di gesti e rituali appropriati”.

Come superare intoppi e contrattempi? Qui mi è venuta in soccorso la “Parola dell’anno”! In questo 2019 ho deciso che dominerò “le forze della natura” con un tocco di Magia 🙂 

Non ho dovuto cercare chissà dove la mia parola dell’anno, era già li davanti ai miei occhi nel primo punto del mio manifesto redatto all’inizio del 2018.  Ecco cosa non avrei mai dovuto perdere di vista in questo nuovo anno, ma sicuramente anche nei prossimi.

Questo è il mio lavoro, come tale richiede sacrificio, costanza, continua formazione e professionalità. Nonostante i tanti fogli di carta cancellati e ridisegnati, se c’é la passione non può che diventare una grande MAGIA.

Troverò della Magia anche fra le tasse e le scadenze 🙂

Il primo punto del manifesto di Madame Framboise: “L’illustrazione è Magia”

L’Illustrazione è Magia, il primo punto del Manifesto di Madame Framboise.

MAGIA: “Meraviglia di un luogo che suscita una piacevole sensazione.”

La scorsa estate ho conosciuto Gioia Gottini e le sue pillole di planning. Wow anche lei parlava di magia, in modo diverso dal mio, certo, ma credo che alla base della sostanza siamo partite da bisogni che non sono poi così lontani. Ho trovato piacevole l’affinità, ma allo stesso tempo molto stimolante il suo modo di raccontare la magia da un punto di vista diverso dal mio. No va beh, lei ha anche un giardino segreto, ma allora sono davvero nel posto giusto!! Mi vedevo già il pettirosa con in serbo una grande rivelazione 🙂

Avevo già strutturato e dato un senso al mio piccolo business, avevo ben chiaro nero su bianco (e rosa :P) cosa volessi fare, ma avevo bisogno di uno strumento per poterlo concretizzare: un piano d’azione.

I quattro Regni: una magica avventura

Ho cominciato a seguire i suoi utilissimi tips e a ragionare su come “incasellare” tutte queste idee. Si procede per gradi partendo dalla visione generale dell’intero anno e si organizza il tempo entrando un po’ alla volta sempre di più nello specifico e nel dettaglio.

Per prima cosa ho suddiviso il mio anno in quattro trimestri e ho cercato di capire, in linea di massima, come e quando avrei potuto inserire nel planning obiettivi e progetti.  Mille idee e tantissimo entusiasmo, eppure per un attimo quel foglio bianco più che un piano marketing mi è sembrato un piano bellico. Non ce la faccio proprio a mettere per iscritto “solo” parole e numeri, così spietati e freddi su un foglio anonimo. Avevo bisogno di un’emozione, di sentire vivo quel sentimento che stempera la freddezza della razionalità.

Il  mio assistente, lo Schiaccianoci da vero profeZioniZta ha trovato la soluzione!

La giusta combinazione fra Senso Pratico e del Dovere miscelati sapientemente con un tocco di Magia.

I quattro trimestri trascorrono scanditi nelle quattro stagioni. Molte delle attività produttive sono legale al ciclo della stagionalità o delle festività, si pianificano e realizzano collezioni proprio sulla base di questo. Si dice che non esistono più le mezze stagioni, ma io con il passare del tempo invece, ho imparato ad apprezzare sempre di più l’evolversi di questo ciclo che si ripete nel corso del tempo. 

Ogni stagione sarà un viaggio che porterà con sé dei colori, delle emozioni e delle tradizioni. 

Avevo suddiviso, quindi, il mio anno così, ma quando ho visto la pellicola della Disney “Lo Schiaccianoci e i 4 regni”, nei quattro regni ho trovato esattamente quello che avevo messo nelle 4 stagioni! Era lui, era il planning di Madame Framboise! Allora non ho pensato ad una stupidaggine, mi potrò muovere dentro a questa formula sviluppando ogni anno un tema diverso.

Ogni trimestre sarà come un regno che saprà conquistarmi e donarmi la meraviglia. 

Il planning e i 4 regni

 GENNAIO FEBBRAIO MARZO

L’INVERNO: il Regno dei Fiocchi di Neve

Il primo trimestre che sia o meno scandito dall’incanto della neve, dopo i buoni propositi scoppiati insieme ai fuochi d’artificio di San Silvestro, ci apre le porte del nuovo anno in un’atmosfera ancora e rigorosamente ovattata. Siamo nel pieno del freddo e come formichine laboriose lavoriamo silenziose e faticosamente rintanate nei nostri laboratori.

APRILE MAGGIO GIUGNO

La PRIMAVERA: il Regno dei Fiori

Le giornate cominciano ad allungarsi e come per magia tutto rinasce e si ricopre di fiori e colori. Questo rinvigorisce il nostro spirito, ci fa sentire belle cariche con tanta voglia di fare e disfare, soprattutto di uscire e stare a contatto con la natura.

LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE

L’ESTATE: il Regno dei Divertimenti

 Tempo di viaggi e di nuove avventure. Il sole ci scalda, è il momento di tuffarsi in un’esplosione di energia. Tempo di allegri picnic e di lunghe passeggiate nei boschi. Tempo di volare come farfalle leggere e spensierate.

OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE

L’AUTUNNO: il Regno dei Dolci

È in questa stagione che la natura ci regala i frutti più calorici che serviranno ad affrontare il lungo inverno. Cioccolate fumanti e biscotti appena sfornati. Con “Dolcetto o Scherzetto” giorno dopo giorno entriamo magicamente nell’atmosfera natalizia che avrà il suo culmine a Dicembre. 

Believe in Magic

Non esiste un solo modo per organizzarsi, nel corso  “Semina & Raccogli” di Gioia ti vengono fornite delle dritte utilissime e dei suggerimenti, ma poi alla fine ognuna di noi trova il modo che le riesce davvero più comodo e conveniente.

Ci sono diversi livelli di planning: annuale, trimestrale, mensile, settimanale e giornaliero. Sono tutti utilissimi, ma quello che preferisco è il trimestrale. Mi permette di organizzare le attività in un lasso di tempo nel quale riesco ad avere una visione più generale di quello che vorrei/dovrei fare, ma nel quale comunque riesco a scambiarle nel caso di imprevisti e urgenze senza farmi prendere dal panico.  

E voi quale preferite?

Brrr… corro a prendere il mio manicotto di pelo per scaldarmi, siamo in pieno nel Regno dei Fiocchi di Neve 🙂

A presto da Madame Framboise e ricordate

DREAM, PLAN and CREATE YOUR MAGICAL TIME!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*