blog (Page 2)

2019 secondo l’oroscopo cinese sarà l’anno del maiale. Iniziamo questo strepitoso anno nuovo con un testimonial d’eccezione, sinonimo di fortuna, prosperità e rigorosamente in rosa! Perché in Germania questo simpatico amico ha spopolato tra le cartoline illustrate di capodanno? Curiosando fra gli antichi augurali tedeschi Madame Framboise ha trovato spesso cartoline illustrate raffiguranti dei maialini. Non ci vuole un genio per capire che è un augurio di buon auspicio, però la cosa ha stuzzicato la sua curiosità a tal punto da voler approfondire l’argomento. Iniziamo subito dai pregi di questo buffo mammifero: il maiale è un tipo appassionato che simboleggia il coraggio e il valore,Read More →

Chi ha ritratto gli adorabili bambini delle cartoline natalizie d’epoca vittoriana? Ormai ci siamo, il Natale è arrivato. Mentre gli Elfi stanno sigillando con grandi fiocchi a pois gli ultimissimi pacchetti di meraviglia, Madame Framboise, ricoperta di zucchero a velo ed eccitazione, ci porterà in questo dolcissimo viaggio fatto di grandi occhioni, guanciottine paffute e riccioli birichini.   Oggi è il 24 Dicembre, un’infinità di letterine colme di desideri hanno viaggiato per tutto il mondo. Tutti i camini sono stati puliti con grandi speranze e decorati con calze e candele scintillanti. Il vischio ci attende malizioso a testa in giù e gli omini di panpepato dondolano traRead More →

Stregata dalle illusioni di Escher Siamo nel mese di Ottobre, nell’aria si respira l’atmosfera di Halloween, dove tra macabre e tetre scenografie ci piace scherzare su Incantesimi e Malefici. Oggi vi racconterò di come Madame sia rimasta totalmente stregata dalle illustrazioni di un’artista davvero singolare, ma quale sortilegio si nasconde dietro a queste illusioni? La prima voce del manifesto di Madame Framboise dice cosi: “l’Illustrazione è Magia” La sua meraviglia consiste nell’esprimere un desiderio e poterlo realizzare. L’illustrazione ci fa sognare, ma è anche un modo per esorcizzare la delusione quando nella realtà questo non può esaudirsi. Possiamo fantasticare senza limiti, ma c’é chi si èRead More →

È il paradiso delle persiane in legno a cuoricino, sapete che sono la mia passione. Il parco olandese a tema fiabesco nato nel 1952, ebbene sì, qualche anno prima del gettonato Disneyland, nato nel 1955.

Se parliamo di spensieratezza e immaginazione volete non trovarci la punta del naso curiosa di Madame? Indovinate un po’, tra un giro di giostra e l’altro la nostra esploratrice è riuscita a visitare il parco in compagnia di un artista davvero speciale, scopriamo chi è!Read More →

Quest’avventura nasce all’insegna della tenerezza e della semplicità delle piccole cose, di quella spontaneità che solo gli occhi ingenui e puri come quelli di un bambino ci possono rivelare. La mongolfiera itinerante di Madame Framboise è decollata. Dopo aver sorvolato i castelli nella roccia della Germania occidentale, è atterrata in Olanda in perfetto orario per l’appuntamento con una guida turistica davvero molto speciale: la coniglietta Miffy.  La nostra tenera amica ci porterà alla scoperta di Utrecht, un grandissimo onore perché è proprio lei la protagonista di questa splendida cittadina, la segnaletica stradale ci parla di lei e perfino una piazza porta il suo nome, scopriamo perché!Read More →

Oufit ‘900: una selezione di abiti che raccontano lo stile nel XX secolo Se c’é un luogo a Milano dove mi sento totalmente un pesce fuor d’acqua è il lussuosissimo Quadrilatero d’oro della moda. É un luccichio troppo lontano a cui non appartengo, passeggiare in via Montenapoleone mi faceva sentire una disagiata perfino ai tempi dell’adolescenza 🙂 Direi che ad oggi questa sensazione non è cambiata, se non per un dettaglio che non è da poco: la bellezza dei prestigiosi palazzi storici e le piccoli corti interne con i fiori e le persiane grigio-azzurre. La nonna “Ginetta” (la nonna di mio marito) ci raccontava sempreRead More →

#saveBorsalino: la mobilitazione artistica a sostegno della Borsalino.  160 artisti per celebrare i 160 anni del prestigioso marchio, simbolo di eccellenza italiana riconosciuta in tutto il mondo. Nel 2017, in occasione del 160º anniversario aziendale, la produzione manufatturiera Borsalino riceve dal Ministero dello Sviluppo Economico del Governo Italiano il riconoscimento tra le ‘Eccellenze del sistema produttivo’. Nel dicembre dello stesso anno il Tribunale di Alessandria dichiara il fallimento della Borsalino Giuseppe e Fratello Spa.   Un duro colpo per lo storico marchio. Bisogna fare qualcosa, non si può lasciar andare via così un grandissimo patrimonio fatto di passione, creatività, cura dei dettagli e duro lavoro riconosciuto in tutto il mondo.  TraRead More →

“Tra dolori e corsetti ero quasi in grado di fare una vita normale” Fiori, farfalle, acconciature, balze pizzi e merletti: chi l’ha detto che anche Frida Kahlo non ha un lato chic? Il suo stile unico e inconfondibile ispirò perfino Elsa Schiapparelli che le dedicò un’abito la Robe Madame Rivera. Frida Kahlo sceglieva abiti e gioielli con cura. Nel suo “Autoritratto con collana” (1933) indossa una vistosa collana di perle di Giada, simbolo di bellezza, gioia, vita e fertilità nella cultura precolombiana. Comunica attraverso le acconciature dei suoi capelli, utilizzandoli come simbolo della sua relazione con Diego. Nell’autoritratto “Autoritratto con treccia” (1941) realizzato dopo la riconciliazione con DiegoRead More →

Non poteva che essere così Londra vista attraverso i miei occhi: Pink London! Londra è una città incredibilmente stimolante per la creatività! Un melting pot di ogni genere: un grande arcobaleno dove ognuno di noi può scegliere in quale sfumatura viaggiare, ed io ovviamente non potevo che scegliere le sfumature del rosa. Per chi vive nelle grandi città sempre di corsa nel traffico è di vitale importanza, appena possibile, cercare il contatto con la natura. Gli occhi hanno bisogno dell’azzurro del mare e del verde dei prati, ma diciamocelo hanno anche bisogno di una bella quantità di rosa! Ovunque voi siate o stiate andando, nonRead More →

  Ho fatto decluttering per lasciare spazio al cambiamento Per alcuni anni mi ha stuzzicato l’idea di aprire un piccolo negozio dall’atmosfera francese, avevo anche scelto il nome: “Secret Garden” o meglio “Jardin Secret”. Niente di originale, è vero, però me lo immaginavo proprio come nel libro: un piccolo angolo di mondo nel quale mi sarei circondata di ciò che più mi piace e lo avrei condiviso con chi sarebbe passato a trovarmi. Così, non avendo fisicamente realizzato questo ipotetico progetto, ho pensato bene 😛 di trasferire lo spirito della Hodgson Burnett in un blog! Doveva essere questo lo spunto per il nome, ma ancheRead More →